Che cos’è il Counselling?

  • 20 Gennaio 2021
  • Giovanni Accettola
  • Sponsor
  • 0
  • 31 Views

Per condividere in modo chiaro cosa sia il Counselling e le sue principali applicazioni, risulta funzionale utilizzare le parole del Direttore delle Scuole di Counselling della IMR, Roberto Gilardi.

«Possiamo partire da un’affermazione fondamentale: Il Counselling è una relazione di aiuto.

La figura del Counsellor professionista quindi, attraverso un percorso nel tempo, ha il compito di aiutare una persona, un gruppo o un ente rispetto a uno scopo ben preciso.

In realtà queste due affermazioni altro non sono che descrizione vaghe e poco comprensibili. Uno dei primi contenuti formativi della Scuola di Counselling mira, d’altronde, ad aumentare la capacità di riconoscere, comunicare e facilitare la comunicazione in modo concreto e definito, anziché vago.

 

Quindi come fare per essere concreti e capire cos’è il Counselling?

Ragionare per esempi potrebbe aiutare.

Un esempio concreto potrebbe essere dover prendere una decisione e sentire a sua volta il relativo bisogno di confrontarsi con una persona esperta del settore.

“Quale autovettura scelgo? Quali sono le mie esigenze? Cosa mi serve?” Questioni banali e pratiche.

Più complesso è invece gestire il cambiamento, come per esempio l’aderenza a un iter terapeutico specifico, a una dieta, a uno stile di vita più sano e adatto, a una cura farmacologica da seguire per tutta la vita, o ancora la scelta di un indirizzo scolastico o universitario che non convince affatto.

Ciò che hai letto finora, altro non sono che alcuni esempi di Counselling Individuale, cioè quelli riferiti a un singolo, a un individuo.

Ma il Counselling, oltre che individuale, può essere applicato anche all’interno di gruppi o di organizzazioni più complesse.

In questo senso, esempi chiari possono essere: la difficoltà a lavorare in gruppo con conseguente desiderio di aumentare le proprio capacità di lavorare in team; l’accorpamento di differenti unità con difficoltà di integrazione e interazione tra loro, in cui trasmettere e condividere informazioni risulta un ostacolo più che un valore aggiunto.

Risulta, però, evidente che in tutti questi casi il Counsellor ha un compito fondamentale, ovvero quello di aiutare il proprio cliente ad accrescere il suo livello di autostima, di autonomia, di competenza decisionale, in modo da poter identificare obiettivi e priorità al fine di apportare dei cambiamenti reali e concreti nella propria vita o nella propria organizzazione, mettendo ovviamente a fuoco le proprie esigenze, il proprio potenziale di risorse personali.

Questo è il Counselling.

 

Allora quali sono i principali ambiti di applicazione del Counselling?

La maggior parte delle Scuole in Italia purtroppo, intende il Counselling unicamente indirizzato alla dimensione individuale, orientandosi così alle situazioni di disagio. In questo modo il Counselling viene trasformato in una sorta di psicoterapia, sollecitando così anche le legittime recriminazioni dell’Ordine degli Psicologi.

C’è una differenza infatti sostanziale con la figura degli psicoterapeuti: il Counselling ha il compito di operare nell’agio e non nel disagio.

La cosa fondamentale da chiedersi è: quali sono i fattori che permettono di costruire la “salute“?

Molto differente dal domandarsi: quali sono i fattori che permettono di affrontare una “malattia“?

Nel mio lavoro di Counsellor, ciò che faccio è invitare le persone a riflettere e a praticare le differenti funzioni, educative nel caso mi stia interfacciando figura educative (genitore, insegnante), o a riflettere su come organizzare il proprio pensiero attorno a una tematica come il rapporto con le regole e la disciplina, la resistenza allo stress o il problem solving.

Prima di tutto poter approdare a quel punto però, bisogna riflettere sul concetto di salute e non di malattia.

 

Ma di cosa è fatta la salute di una famiglia, di un gruppo? Quali sono i fattori che contribuiscono a costruire la salute dall’individuo al sistema sociale più complesso?

Tra i fattori principali abbiamo per esempio la motivazione. Dalla scuola al mondo del lavoro sino alle organizzazioni più complesse, la motivazione è uno dei principali fattori per lo sviluppo di salute.

Le persone demotivate stanno male e, oltre a non essere produttive, sono anche un costo per il Sistema Sanitario Nazionale (SSN), quindi la domanda da porsi è: come aiutare le persone a costruire la motivazione? Come aiutare i bambini, o adolescenti, a sviluppare la motivazione allo studio dalla scuola dell’obbligo sino all’università? E ancora in ambito sanitario, come favorire la motivazione a un’aderenza alla terapia in vari contesti? Dalla pneumologia, alla cardiologia, alla dialettologia sino ad arrivare al tema caldo dei nostri tempi: come favorire la motivazione alle vaccinazione e al rispetto delle normative in vigore?

Le semplici persone, in qualunque contesto vivano, o i lavoratori, nel loro contesto professionale, si confrontano quotidianamente con la propria motivazione e in molti casi anche con quella degli altri.

Quindi non si può relegare il Counselling a un contesto specifico, perché il Counsellor non è specialista in una determinata patologia, bensì la sua professionalità sta nel favorire la piena attuazione della professionalità degli altri e la piena realizzazione delle potenzialità insite nelle persone, divenendo così “salute”.»

Questo è solo la punta dell’iceberg di un ambito vasto e interessante come è quello del Counselling.

Leggendo quest’articolo per esempio potrai approfondire la tematica del “Counselling Situazionale” o, cliccando qui, conoscere la storia delle nostre Scuole di Counselling.

Se invece sei interessato a conoscere la nuova offerta formativa FAD ECM, per aumentare le Soft Skills in Ambito Sanitario, scopri il nuovo percorso formativo Academy rivolto a tutti i professionisti della salute.

 

Italian Medical Research

Provider ECM n°1344 accreditato presso il Ministero della Salute – Agenas.

L’offerta formativa IMR risulta essere piuttosto ampia e variegata, in modo da offrire possibilità di scelta a tutti i professionisti della salute e di incontrare le loro esigenze.

La nostra attività di supporto inoltre si basa su un rapporto tra persone, mettendo quindi al centro il professionista sanitario e tutti i suoi bisogni.

Se vuoi dare un’occhiata alla nostra offerta formativa 2020-2022, clicca qui.

Puoi anche scoprire il programma ECM Club Medici, riservato ai loro soci.

Per ogni altra informazione non esitare a contattarci o consulta la FAQ.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.