Dolori muscolari diffusi in tutto il corpo

Cari lettori dell’accademia news, oggi ho deciso di trattare per voi questa patologia sempre piu frequente tra i miei pazienti.

I dolori muscolari che improvvisamente iniziano ad invadere il nostro corpo, possono essere localizzati nelle gambe come spesso avviene, o in tutto il corpo.

È importante farsi innanzitutto visitare da un fisiatra o ortopedico che una volta escluse cause importanti non resta che diagnosticarla come FIBROMIALGIA.

 

Fibromialgia, di cosa si tratta?

Il termine “fibromialgia” significa dolore (algos) proveniente dai muscoli (myo) e dai tessuti fibrosi (fibro), come tendini e legamenti. La fibromialgia è quindi una malattia reumatica che colpisce l’apparato muscolo-scheletrico, caratterizzandosi per la presenza di:

 

  • dolore cronico e diffuso;
  • aumento della tensione muscolare;
  • rigidità in numerose sedi dell’apparato locomotore.

Oltre allo stato di iperalgesia, molti pazienti presentano una serie di altri sintomi, che include:

  • Astenia(affaticamento cronico e stanchezza debilitante);
  • Disturbi dell’umore e del sonno;
  • Sindrome del colon irritabile.

 

La fibromialgia può essere definita “sindrome fibromialgica“, in quanto particolari segni clinici possono presentarsi contemporaneamente. La coesistenza di questo insieme di disturbi concorre a determinare la diagnosi più probabile, anche se non tutti i pazienti avvertono l’intero insieme di sintomi associati alla fibromialgia.
Inoltre, la fibromialgia è spesso associata ad altri distrubi, tra i quali:

  • Disturbi psichiatrici, come la depressione e l’ansia;
  • Disturbi correlati allo stress, come il disturbo post-traumatico da stress.

 

Cause

La causa esatta all’origine della fibromialgia non è nota, ma si ritiene possano essere coinvolti diversi fattori (biochimici, genetici, neurochimici, ambientali, ormonali, psicologici ecc.). La patogenesi della malattia è, infatti, un argomento molto discusso: non esistono ancora dati definitivi, ma molti studi cercano di approfondire l’interazione multifattoriale esistente alla base della malattia.

In particolare, i ricercatori ritengono che la fibromialgia amplifichi le sensazioni dolorose (o ne riduca l’inibizione), influenzando il modo in cui il cervello elabora i segnali di dolore. I sintomi a volte iniziano dopo un trauma fisico, interventi chirurgici, infezioni od un significativo stress psicologico. In altri casi, i segni della fibromialgia si accumulano gradualmente nel tempo, senza alcun singolo evento di attivazione evidente.

Diagnosi e Trattamento

La diagnosi e le caratteristiche cliniche sono controverse e le possibilità terapeutiche sono interesse di continui studi. Al momento, non esiste una cura per la fibromialgia, ma sono disponibili diverse opzioni terapeutiche che consentono di controllare ed alleviare i sintomi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.