Fai le scelte giuste anche fuori casa

  • 30 Aprile 2019
  • Tonia Schipani
  • Nutrizione
  • 0
  • 175 Views

Mangiare fuori casa può destare preoccupazione in chi è a dieta: pranzi fuori, aperitivo o happy hour con gli amici…

Se non si sa cosa ordinare si rischia di ritrovarsi davanti a un piatto ipercalorico.

Vi darò qualche consiglio per ordinare piatti leggeri.

 

NON SENTITEVI IN COLPA PER GLI ECCESSI

Uno dei segreti di rimanere in forma senza trascurare i momenti conviviali è quello di concedersi tutto, ma non sempre. Quello che conta è il bilancio complessivo di ciò che si è mangiato e delle calorie. Non è certo una singola cena a farvi aumentare di peso se nei giorni successivi riequilibrate l’eccesso.

Se prevedete una serata fuori, a pranzo mantenetevi leggeri. Ma se esagerate, il giorno dopo è sufficiente ridurre le porzioni e muoversi di più per smaltire gli eccessi.

E’ fondamentale poi godersi il cibo dal primo all’ultimo boccone. Qualsiasi cosa vi apprestate a mangiare fatelo seduti comodi, in un’atmosfera serena e senza tensioni. Concentratevi sul cibo, sul sapore, sulla sua consistenza e gustatelo lentamente. A fine pasto avrete la sensazione di aver mangiato di più.

 

A PRANZO FUORI

Può capitare di dover andare a pranzo fuori e quindi accontentarsi di quello che offre il menù  del bar, della pizzeria, del ristorante.

Quando ci si ritrova al bar per un pranzo veloce si opta spesso per un panino fragrante e gustoso.

Scegliete una base di pane integrale (ha un indice glicemico più basso e sazia di più), fate eliminare l’eventuale mollica in eccesso e scegliete una ricca farcitura di verdure (grigliate, in insalata o sottaceto, evitando i sott’olio). Una buona aggiunta è l’arrosto di tacchino a fette (80-100 g) o anche bresaola o prosciutto crudo o cotto. Se sono disponibili vanno benissimo anche pollo o tacchino ai ferri .

Se invece siete vegetariani farcite il panino (anche di segale) con ricotta magra o un formaggio fresco spalmabile come stracchino, robiola, certosa.

L’ideale per un pranzo al ristorante è puntare su un secondo di pesce o carne bianca preparati con cotture semplici e non elaborate e optare per un contorno di verdure di stagione, evitando le patatine fritte.

Se invece si preferisce un primo piatto, è bene optare per primi piatti semplici e poco elaborati come anche una pasta con sugo di cozze o vongole. Questo primo piatto, dalle poche calorie, garantisce anche un buon apporto proteico da accompagnare poi con una porzione di verdure.

Spesso tra gli antipasti si ritrovano piatti unici e leggeri. Ottimi per esempio i frutti di mare, il polpo o le acciughe marinate o anche i carpacci di mare, in cui le proteine magre del pesce si affiancano a marinature con extravergine a crudo e limone.

Potete chiedere al cameriere di trasformarli in un secondo piatto, da accompagnare con un bel contorno vegetale e… avrete il vostro pranzo leggero!

Se invece vi trovate in una pizzeria, non esagerate con la farcitura ma abbondate con le verdure come rucola e pomodori ma anche con ortaggi grigliati o funghi.

 

ALL’HAPPY HOUR

Un piacevole momento conviviale, dopo una giornata di lavoro, è godersi un aperitivo con gli amici.

Qui bisogna stare attenti a ciò che si mette nel piatto e nel bicchiere. Da evitare stuzzichini ricchi di sale e di grassi e non esagerare con tartine, patatine, formaggi e salumi. Se avete voglia gli alcol ricordate che un bicchiere di soli 80 cc di aperitivo a base di vino fornisce ben 150 calorie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.