Il Progetto Volley S3

  • 18 Marzo 2021
  • Michele Ruscello
  • Tecnico
  • 0
  • 28 Views

Ci siamo lasciati con un concetto importantissimo:

MINIVOLLEY e VOLLEY S3 sono la stessa cosa?

ASSOLUTAMENTE NO!!!

Prima di descrivere il progetto VOLLEY S3, incominciamo a illustrare il perché di questa affermazione.

Il Volley S3, a differenza del minivolley, è un vero e proprio percorso didattico formativo che segue sempre anche due principi fondamentali dell’apprendimento motorio:

dal FACILE al DIFFICILE

dal SEMPLICE al COMPLESSO

Per coloro che non sono esperti di attività motorie, è opportuno fornire un piccolo chiarimento del significato e della differenza tra facile-difficile e semplice-complesso.

  • Un’attività si dice facile quando chi la deve eseguire la riesce a svolgere agevolmente e non ha elementi ulteriori o stimoli da considerare nell’esecuzione.

Esempio: lanciare una palla per colpire un bersaglio di grandi dimensioni

 

  • Un’attività si dice difficile quando, anche se non ci sono ulteriori elementi o stimoli da considerare, chi la deve eseguire riesce a svolgerla non proprio agevolmente.

Esempio: lanciare la stessa palla di cui sopra per colpire un bersaglio di piccole dimensioni

 

  • Un’attività si dice semplice se non ha o ha pochissimi ulteriori stimoli da considerare prima e/o durante l’esecuzione.

Esempio: lanciare una palla per colpire un bersaglio piccolo se si deve fare prima una somma indicata verbalmente dallo Smart Coach o colpire un bersaglio grande se si deve fare prima una sottrazione indicata verbalmente dallo Smart Coach

 

  • Un’attività si dice complessa se ha ulteriori stimoli da considerare prima e/o durante l’esecuzione.

Esempio: lanciare una palla per colpire un bersaglio piccolo se si deve fare prima una somma e poi una sottrazione indicate verbalmente dallo Smart Coach o colpire un bersaglio grande se si deve fare prima una sottrazione e poi un’addizione indicate verbalmente dallo Smart Coach

 

In estrema sintesi, tutte le attività vengono proposte in modo tale da essere sempre adeguate e appropriate alle capacità e alle abilità motorie (nel prossimo articolo chiariremo anche il significato di capacità e abilità motorie) dei ragazzi che devono metterle in pratica.

In qualsiasi momento e con qualsiasi gruppo di allievi possono essere modulati e/o rimodulati i GIOCHI che si propongono. Si, avete letto bene, non parlo di esercizi ma di GIOCHI!

Tutto deve essere sempre rapportato a GIOCHI che i Bambini e/o i Ragazzi devono realizzare!

Il GIOCO è il fattore determinante del progetto! Tramite il GIOCO potremo riuscire a motivare, a educare, a formare e a far divertire tutti.

Ed ecco perché qualsiasi forma di GIOCO, anche e fondamentalmente quelli che una volta si praticavano in cortile, rientrano nella grande famiglia del Volley S3.

 

NEL VOLLEY S3 SI GIOCA SUBITO E SI GIOCA PER IMPARARE

 

Alla prossima e sempre…..

Buon divertimento!

Michele Ruscello