L’Accademia fa cinquina, ko anche Vibo Valentia

  • 14 Novembre 2021
  • Giovanni Accettola
  • Serie B2
  • 0
  • 21 Views

Continua a vincere l’Accademia Volley.

Nella quinta giornata del campionato nazionale di Serie B2 le giallorosse superano alla Palestra Rampone la APD Todo Sport di Vibo Valentia con il punteggio di 3-1 (23-25, 25-11, 25-23, 25-18) e restano a punteggio pieno in classifica insieme alla P2P Baronissi.

Una vittoria tanto sofferta quanto complicata, arrivata al termine di una gara giocata con coraggio e cuore dalle giallorosse che hanno dato in campo tutto quello che potevano, colmando con una grande forza mentale le assenze in formazione che rischiavano di compromettere la partita. L’Accademia è infatti scesa in campo senza il libero Sara Tufo e la schiacciatrice Lorenza Russo, fermatasi proprio nell’ultimo allenamento pre-gara, al loro posto Martina Nolè e Chiara Tenza, aggregatesi alla squadra solo negli ultimi giorni e con pochi allenamenti nella gambe. Il sestetto beneventano, smarrito nella fase iniziale della gara, ha piano piano ritrovato equilibrio e gioco, letteralmente trascinato anche questa sera da una stratosferica Anna Pericolo. L’opposto giallorosso, con l’Accademia sotto di un set, si è messa sulle spalle il resto della squadra ergendosi a riferimento assoluto in tutti i fondamentali. Un’altra prestazione da incorniciare per una giocatrice che per l’ennesima volta ha mostrato tutta la sua classe e la sua maturità di gioco, mettendo la firma decisiva sulla vittoria con ben 24 palloni messi a terra. L’ultimo, con un mani e fuori da manuale della pallavolo, per il 25-18 che ha sancito la vittoria finale. Prestazione degna di nota anche per Giorgia Guerriero. La giovane centrale giallorossa, al primo anno in B2, si è resa protagonista di una partita ai limiti della perfezione, prendendosi la responsabilità in attacco anche nei momenti più caldi della partita, al punto da sembrare già una veterana di questa categoria.

Prestazione gagliarda e convincente anche per Vibo Valentia, presentatasi a Benevento con tre vittorie in quattro gare e che ha dimostrato di essere un sestetto davvero ben organizzato e compatto, spinto da una eccellente prova di Sara Sorrenti (19 punti a referto) e in grado di battagliare per lunghi tratti del match ad armi pari con l’avversario.

La vittoria in campionato, la quinta consecutiva, ha un peso specifico per l’Accademia che va ben al di là del primato in classifica, condiviso sempre con Baronissi. Aver portato a casa il bottino pieno anche in condizioni di grande emergenza, accogliendo a braccia aperte anche le ultime arrivate Nolè e Tenza (Chiara) che si sono subito calate nel contesto con grande umiltà e disponibilità al sacrifico, dà il senso di una squadra unita e coesa, pronta a mettere in campo non solo la tecnica ma anche quelle doti agonistiche in grado di poter fare la differenza.

Il prossimo impegno per l’Accademia è previsto sabato in trasferta sul campo del Pozzuoli, terzo in classifica e vittorioso ieri per 3-0 nella gara interna con il Nola.

 

La cronaca

BENEVENTO – L’Accademia cerca il pokerissimo contro la terza forza del campionato, ma scende in campo in condizioni rimaneggiate per le assenze di Tufo e Lorenza Russo. A referto per la prima volta in stagione ci sono Martina Nolè e Chiara Tenza, che torna all’attività agonistica dopo più di 10 anni dall’ultima gara e con soli due allenamenti nelle gambe.

Pronti via e Accademia in evidente difficoltà, il sestetto giallorosso fatica a trovare equilibrio ed efficacia nel suo gioco contro un avversario che invece si muove in campo in modo ordinato e attento. Sorrenti e il capitano Denise Vinci approfittano delle crepe nella metà campo avversaria e affondano i loro colpi con grande naturalezza. Il tecnico Ruscello getta subito nella mischia Nolè e Chiara Tenza (per entrambe esordio assoluto con l’Accademia) ma i frutti del cambio non sono immediati. L’Accademia si trova praticamente a rincorrere per tutto il set, fin quando un break di 3-0 riporta la situazione sul 20-20. Le giallorosse sentono di poter portare a casa il set nonostante una situazione di grande sofferenza, ma alcune disattenzioni nella fase di contrattacco finiscono per smorzare le loro velleità di rimonta. E’ un mani e fuori vincente di Melanie Todaro a firmare il 25-23 per Vibo Valentia.

Lo svantaggio, tuttavia, scuote l’Accademia che torna in campo nel secondo set con un altro piglio. Il parziale si mette subito in discesa per le giallorosse che sembrano aver fatto tesoro di quanto accaduto nella prima frazione e iniziano a trovare con maggiore frequenza spunti vincenti soprattutto in attacco. Il 25-11 finale non ammette repliche, si va sull’1-1.

L’inerzia giallorossa continua fino al 15-10 del terzo set, Vibo Valentia sembra aver smarrito quella verve iniziale e incappa anche in qualche errore gratuito in attacco nel tentativo di forzare il gioco e recuperare lo svantaggio. Una bella intuizione al palleggio di Romina Flores, tuttavia, interrompe la striscia positiva dell’Accademia. Ha inizio una sorprendente rimonta delle calabresi, trascinate come tutto il match dagli attacchi di Sara Sorrenti. L’opposto mancino di Vibo Valentia mette giù palloni a ripetizione che sembrano poter indirizzare la frazione in favore della propria squadra. Sul 20-23 infatti l’Accademia rivede gli spettri della prima frazione, soprattutto quando un attacco di Todaro sporcato dal muro di Maria Tenza sembra voler terminare a terra la sua traiettoria. Si getta sul pallone Chiara Tenza che con un intervento in allungo quasi disperato riesce a tirare su una palla che sembrava imprendibile. E’ la scintilla che riaccende l’Accademia. Le giallorosse, in difficoltà in attacco, serrano ancor di più la difesa intuendo di poter costruire proprio con questo fondamentale la propria rimonta. Da quel momento in poi non cade più una palla nella metà campo giallorossa e quando il servizio di De Cristofaro centrala riga che delimita i nove metri di fondo campo di Vibo Valentia, l’Accademia festeggia il 25-23 del parziale esplodendo di gioia, come fosse una vittoria, consapevole del peso che il fondamentale avrebbe potuto avere sulle sorti dell’intero match.

Il quarto set, infatti, seppur mai veramente in scioltezza, è tutto di marca giallorossa ed è uno show di Anna Pericolo. L’opposto giallorosso gioca praticamente a tutto campo sia in attacco, sia ricezione che in difesa, mostrando una condizione fisica e mentale da fuoriclasse assoluta. Tenza (Maria questa volta) non deve far altro che far esplodere il braccio mancino della propria compagna: sono 9 i punti nel set per Anna Pericolo, tra cui l’ultimo del 25-18 che vale la vittoria.

Prossimo turno

Sabato prossimo alle 18.00 le giallorosse saranno impegnate in trasferta a Pozzuoli per la sesta giornata di campionato.

Giovanni Accettola
Area Comunicazione

 

Tabellino

Accademia Volley: Russo V. 12, Lacerra R. ne, Guerriero 13, De Santis ne, Pericolo An. 24, Ricciardi ne, De Cristofaro (K) 4, Russo L. ne, Tenza M. 6, Malatesta ne, Iannelli (L1), Bosco, Nolè (L2), Tenza C. 4. All. V. Ruscello, Vice All. A. Cioffi.

Vibo Valentia: Sabato (L1), La Gamba 6, Sorrenti 19, Flores 3, Todaro V. ne, Vinci M. 4, Todaro M. 8, Lo Bianco (L2) ne, Lavecchia, Zagarella ne, Vinci D. (K) 12. All. V. Iurlaro.

Parziali: 23-25, 25-11, 25-23, 25-18.